I Partner

IL BANDO PER LE PERFORMING ARTS 2018

La Compagnia di San Paolo per lo spettacolo dal vivo

Il Bando per le Performing Arts si configura come lo strumento di elezione della Compagnia di San Paolo a sostegno delle manifestazioni di spettacolo dal vivo più qualificate di Piemonte Liguria e Valle d’Aosta.

Qualità artistica, cooperazione, sostenibilità gestionale ed economica, capacità di concepirsi attori costanti nella crescita del territorio, degli individui e della comunità sono i punti cardine dei 48 progetti selezionati nell’edizione 2018, unitamente alla presenza di una coerente strategia pluriennale proiettata verso il futuro.

L’obiettivo del Bando non è peraltro solo quello di sostenere singole progettualità nel proprio consolidamento, ma di agire tramite esse sul complessivo comparto non profit dello spettacolo dal vivo, rafforzare la comunità permanente di soggetti che lo compone e dare così forza a un sistema cui si riconosce un ruolo generativo nei processi di sviluppo culturale, sociale ed economico.

Insieme ad altri strumenti della Compagnia di San Paolo di sostegno allo spettacolo dal vivo, il Bando contribuisce a mettere in atto nel Nord Ovest un’azione sistemica, che mira a valorizzare le realtà più solide e dinamiche e le spinte al rinnovamento, investire sullo sviluppo del territorio e offrire al pubblico spazi di crescita, partecipazione e riflessione sul presente.

www.compagniadisanpaolo.it

Riparte BellARTE.

E come ormai consuetudine, non riparte da sola. Anche quest’anno assisteremo ad un progetto speciale che unisce tre spazi teatrali : BellArte, Cubo Teatro e San Pietro in Vincoli Zona Teatro; insieme propongono un lavoro di rete per una nuova proposta culturale fondata sui linguaggi della contemporaneità. Come Presidente di questa Circoscrizione non posso che essere felice dell’intento proposto da queste realtà : unire le forze per rafforzare le  proprie identità all’interno di un sistema teatrale cittadino e regionale, proporsi  su più territori e quindi rendersi più visibili, proponendo linguaggi attuali e  produzioni innovative. Tutto questo con la volontà di rendere sempre più vivo il contesto teatrale di Torino.

Ne sono felice perché ammiro lo spirito di condivisione e della necessità sempre più impellente di capire nuovi linguaggi, nuove proposte, nuove suggestioni. Queste forme di aggregazione culturali dovrebbero essere un esempio anche per noi amministratori di tutti i livelli istituzionali, per comprendere che solo la collaborazione e l’integrazione con linguaggi diversi, può portare alla costruzione di una società in cui la bellezza del realizzato è il parametro su cui misurarsi.

Claudio Cerrato

Presidente Circoscrizione della Città di Torino

Matteo Negrin

Direttore Fondazione Piemonte dal Vivo

“Il teatro è il luogo dove una comunità si rivela a se stessa”
P. Grassi – G. Strehleri – V. Tosi – M. Apollonio

La Fondazione Piemonte dal Vivo è protagonista in ambito regionale della diffusione della cultura teatrale, declinata nelle differenti dimensioni artistiche che abitano il palcoscenico.

Obiettivo della Fondazione è la diffusione di un’offerta capillare vicina alle comunità locali, che possa contribuire all’avvicinamento e alla crescita del pubblico, e che sia al tempo stesso opportunità di confronto con il mondo dello spettacolo.

Il sostegno a Fertili Terreni vuole premiare la capacità progettuale delle organizzazioni che animano gli spazi di Bellarte, Cubo Teatro e San Pietro in Vincoli, e che si sono messi a disposizione di un progetto comune, in un’ottica di sviluppo artistico e territoriale di lungo periodo.

Un progetto triennale che Piemonte dal Vivo accompagnerà mettendo a disposizione risorse e competenze, in un percorso che vuole coniugare parimenti qualità artistica e sviluppo locale, mettendo al centro quella comunità di pratica che si rivela a se stessa per raccogliersi intorno al gesto teatrale.

Si tratta di una semina particolare, quella che ci propongono Tedacà, Acti e Cubo Teatro. Tre compagnie teatrali riuniscono, nello stesso cartellone, le loro singole stagioni.

Si preconizza un raccolto da un terreno che sembra pronto a dar frutti che speriamo ci trovino impreparati a raccogliere… sorprendendoci. Fertili Terreni è un’idea del fare teatro che tiene insieme sensibilità vicine. Sensibilità che si sono sfiorate in percorsi paralleli e infine hanno trovato la strada per confluire in un progetto comune. Una stagione che racchiude un ingente numero di spettacoli che richiamerà pubblici diversi. Un invito ad attraversare la città, seguendo le tracce disseminate in spazi teatrali distribuiti in diversi luoghi del territorio. Girovagando, come il teatro e i teatranti hanno fatto per molto tempo, alla ricerca di un dialogo dentro e fuori le scene.

Francesca Paola Leon

Assessora alla Cultura della Città di Torino

Marco Alessandro Giusta

Assessore alle Politiche Giovanili della Città di Torino

La complessità del presente che quotidianamente attraversiamo non consente un’unica interpretazione del mondo e del nostro rapporto con esso. I vecchi sistemi di valori, conoscenze, relazioni e costruzioni sociali cedono il passo ad una realtà fluida e in continua evoluzione (o devoluzione). Il senso di smarrimento, di panico, di solitudine ci porta a tentare di costruire continuamente un “noi” e un “loro” per nasconderci in un gruppo di simili che condividano con noi la stessa paura sull’oggi, sul futuro, sugli altri. Ma chi è simile, chi è diverso? Dipende tutto da dove scegliamo di guardare, e cosa scegliamo di guardare. Cambiare prospettiva, assumere nuovi occhi, conoscere e ri-conoscere nuove storie, esplorare nuovi luoghi o vedere chi abita vicino, allargare i confini della comunità e capire che molte possono esserne le letture e le interpretazioni, attraverso questa stagione che apre Fertili Terreni dove poter seminare nuove relazioni, nuovi tessuti di comunità che ci permettano di sentirci meno soli. Basta sapersi riconoscere, per ritrovare la speranza.

Con Fertili Terreni Teatro diverse realtà del nostro territorio, in particolare di Torino, mettono insieme la loro esperienza per un progetto coraggioso e di grande valore: una stagione unica e diffusa che rappresenta a tutti gli effetti nuovo polo culturale, dedicato alla nuova drammaturgia e al teatro contemporaneo.

“Niente panico”, quindi: un ottimo augurio per i promotori del progetto e il titolo di una nuova avventura che sono certa saprà portare spunti nuovi e interessanti sui linguaggi teatrali in luoghi della città che, pur non centrali, sono sempre più punti di riferimento nel palinsesto culturale di Torino.

Antonella Parigi

Assessora alla Cultura e al turismo della Regione Piemonte

Luca Deri

Presidente della Circoscrizione 7 della Città di Torino

La Circoscrizione 7 ha seguito con interesse il percorso di sperimentazione che porta oggi alla realizzazione del progetto Fertili Terreni Teatro sotto forma di cartellone unificato a firma di tre eccellenze del territorio. Creare sinergie e lavorare di concerto, anziché nella vecchia logica della concorrenza tra compagnie, è una scelta virtuosa che merita pieno sostegno da parte dell’ente pubblico e che certo otterrà il consenso di sempre più larghe fasce di pubblico.

PROMOSSO E REALIZZATO DA:
CON IL SOSTEGNO DI:
CON IL PATROCINIO DI:
PROMOSSO E REALIZZATO DA:
CON IL SOSTEGNO DI:
CON IL PATROCINIO DI: