Recensione

di Beatrice Lanzillo

Aprile 3, 2024

Prima che lo spettacolo iniziasse, ci hanno chiesto di non fare video, di non raccontare a nessuno il contenuto dello spettacolo, e di scriverne senza scriverne.

Quindi proverò a fare l’impossibile, scrivere di qualcosa senza farlo. Con questi presupposti, posso dire sicuramente che assistere a Red rabbit white rabbit è un’esperienza unica in quanto l’intero spettacolo si svela pagina dopo pagina non solo agli spettatori ma anche all’attore.

In questo, Malanchino ricopre un ruolo difficile e dimostra il suo talento: non nasconde la sorpresa ma la rende teatro. Ero pronta ad essere coinvolta, ma il testo di Nassim Soleimanpour è molto di piú e sono stata felicissima di aver contribuito alla condivisione di questo testo che ormai ha fatto il giro del mondo.